sabato 30 marzo 2013

tortino di patate, funghi e pecorino

Non è una ricetta molto primaverile (né pasquale, negli ingredienti non c'è neanche un uovo!) ma evidentemente è quello che mi ispira la situazione meteorologica non proprio primaverile... anche se nelle foto ho voluto mettere un ramo di fiorellini giusto per suggerire che dovrebbe essere quasi aprile.



Questa settimana onestamente in cucina sono stata perlopiù testimone di avventure culinarie altrui (il mio fidanzato, a cui nessuno aveva detto che fare la pasta sfoglia in casa è difficilissimo, semplicemente un giorno ha imparato a farla e si è messo a sfornare torte salate), ma giovedì avevo il giorno libero e ho sentito che era giunto il momento di sdebitarmi.

Così mi è tornata in mente la torta di provola, speck e patate mangiata tantissimo tempo fa a casa di un amico... e ho pensato che era tempo di postare qualcosa di salato sul mio ancora giovanissimo ma non più neonato blog. Però un po' mi scocciava questa cosa dello speck, dato che benché io non sia vegetariana, mi ero fatta una proposta mentale di evitare per quanto possibile la carne nelle mie ricette*. Lì mi sono venuti in aiuto i versatili funghi con una salsina di formaggio cremoso e senape, che ho usato per riempire il tortino al posto dello speck. E onestamente, hanno fatto la loro "porca" (ha ha ha) figura...



Chi volesse andare subito alla ricetta saltando il delirio ambientalista, non legga dentro la parentesi :)
 (*diciamo che, dopo aver invano cercato di immaginare una vita senza prosciutto crudo, sono arrivata a fare un compromesso con me stessa, e a cercare di mangiare la carne solo in situazioni conviviali, festive, e possibilmente bio. Del resto trovo che mangiare gli animali sia piuttosto naturale, quello che è innaturale è semmai il modo in cui vengono fatti "vivere" prima di diventare hamburger e fettine... )

Ingredienti (per 2-3 persone)

5 patate grandi
8-10 fette di pecorino tagliate sottili ma abbastanza corpose da filare
1 cipolla bianca
 300 g funghi champignon
300 ml panna acida (in alternativa va bene anche del philadelphia a cui aggiungere un po' di latte per farlo sciogliere)
2 cucchiaini di senape in grani
pepe
noce moscata
burro per la teglia



Preparazione

Ho messo a bollire le patate, evitando di cuocerle troppo così si sono mantenute abbastanza durette da essere tagliate a fette rotonde una volte freddate.
Nel frattempo ho pulito, sciacquato e tagliato i funghetti, e li ho saltati in padella con un po' d'olio e la cipolla tagliata a strisce. A parte ho mescolato insieme panna acida, senape e pepe e ho versato il composto nella padella, gradualmente.
Ho imburrato una teglia quadrata, e ho disposto uno strato di patate, uno di fette di pecorino, una spolverata di pepe e noce moscata (che insieme alla cannella appartiene alle spezie che metterei ovunque, ma con le patate lesse ci sta veramente benissimo!), uno strato di funghi cremosi, un altro strato di patate, un ultimo strato di fette di formaggio, pepe e noce moscata. Poi ho infornato il tutto per una mez'ora, finché il formaggio in cima non si è sciolto e ha fatto la crosticina.
 
E nonostante nel forno l'aspetto del tortino fosse un po' "brullo", le fette quadrate sono venute fotogenicamente simmetriche.


Non sarà un gateau... ma si prepara in un'ora (a patate già lessate) ed è pure vegetariano...

Ah, dimenticavo: che la celebriate o no, buona Pasqua!

4 commenti:

  1. Buona Pasqua anche a te, cara Zucchina! E poi qui è spuntato il sole !!!
    Complimenti per il tortino che fa dire: yummy yummy!!!

    RispondiElimina

...proprio niente da dire?!